PALADINI Vinicio
(Mosca 1902 - Roma 1971)
L'ARENGARIO STUDIO BIBLIOGRAFICO
[Paolo e Bruno Tonini]
Vinicio Paladini futurista immaginista. Un percorso tra le culture dell'avanguardia: metafisica dada costruttivismo surrealismo astrattismo. Catalogo di una mostra "virtuale"
Luogo: Gussago
Editore: L'Arengario Studio Bibliografico
Stampatore: Tipografia Modulistica FZ - Brescia
Anno: 1997 (21 marzo)
Legatura: brossura
Dimensioni: 20x20 cm.
Pagine: pp. 119 (1)
Descrizione: copertina illustrata a colori con un fotocollage di Bruno Tonini, 379 riproduzioni di cui 177 a colori e 202 in bianco e nero n.t.; 456 schede ragionate. Allegato il listino prezzi. Design di Paolo Tonini. Testi di Pablo Echaurren, Giampiero Mughini, Luigi Olivetti («Prima rivelazione dell'Immaginismo»), Paolo Sanzin («Vinicio Paladini architetto 1902-1972»), Maurizio Scudiero («Vinicio Paladini fotomonteur futurista?» e «Uno sguardo all'Est da Rodcenko a Teige»), Riccardo Sozio («Paladini, Immaginismo e arte drammatica»), e Paolo Tonini («Vinicio Paladini tra Metafisica e Astrattismo»). Testo italiano e traduzione inglese a fronte. Tiratura di 500 esemplari. Catalogo pubblicato in occasione della VIII Mostra del Libro Antico (MIlano, Palazzo della Permanente, 23 - 26 marzo 1997).
Bibliografia: N. D.
Prezzo: € 30ORDINA / ORDER
Indice:
- Parte I: Parole per Vinicio Paladini.
- Parte II: Avanguardie europee (Metafisica - Dada - Costruttivismo sovietico - Avanguardia cecoslovacca - Surrealismo - Astrattismo e Razionalismo).
- Parte III: Vinicio Paladini (Immaginismo - Paladini architetto - Galleria fotografica - Opere su carta.
- Bibliografia di riferimento.

Da segnalare: Guillaume Apollinaire, «Calligrammes» (Paris, Mercure de France, 1918), quotato 4.500.000 lire; Carlo Carrà, «Pittura metafisica» (Firenze, Vallecchi, 1919), quotato 1.200.000 lire; Filippo De Pisis, «La città delle 100 meraviglie» (Roma, Bragaglia, 1920), quotato 2.500.000 lire; tutto il pubblicato della rivista dada CANNIBALE (Paris, 1920), quotato 8.000.000 di lire; il numero unico dada «Le coeur à barbe» (Paris, Au sans Pareil, 1922), quotato 2.000.000 di lire; Vladimir Majakovskij, «Sifilis» (Mosca, Zakkniga, 1926) con due fotomontaggi di Rodcenko, quotato 3.000.000 di lire; Semen Kirsanov, «Pjatilekta» (Mosca-Leningrado, Krasnyj Proletarij, 1931), quotato 2.000.000 di lire; tutto il pubblicato della rivista CESKOSLOVENSKA FOTOGRAFIE prima della guerra (Praga, Fotograficky Obzor, 1931 - 1939), quotato 4.500.000 lire; Kostantin Biebl, «Zlom» (Praga, Odeon, 1928), illustrato da Karel Teige, quotato 2.200.000 lire; Max Ernst, «Une semaine de bonté» (Paris, Bucher, 1934), quotato 6.500.000 lire; Carlo Belli, «Kn» (Milano, Edizioni del Milione, 1935), esemplare appartenuto a Ezio D'Errico e da lui annotato, quotato 2.500.000 lire; oltre a fotografie, libri, disegni e dipinti provenienti dall'archivio di Vinicio Paladini.

Gran parte del materiale in catalogo era confluito dal mese di febbraio 1997 in una mostra pubblicata sul sito web dell'Arengario Studio Bibliografico: «Vinicio Paladini futurista immaginista» (http://www.tzm.it/sba/PALADINI/index.htm).