DE MARIA Walter
(Albany, California 1935 - Los Angeles 2013)
Ritratto di donna su un yacht seduta accanto a un pesce spada
Luogo: [Darmstadt]
Editore: N. D.
Stampatore: N. D.
Anno: 1974
Legatura: N. D.
Dimensioni: 34x25
Pagine: N. D.
Descrizione: fotografia originale vintage scattata dal fotografo Bob Benson su indicazione di Walter De Maria. Esemplare con un timbro del fotografo e un'etichetta della mostra “Walter De Maria. Der große Erdraum. 8 Skulpturen 44 Zeichnungen”, applicata al verso. L'esposizione si tenne all'Hessisches Landesmuseum di Darmstadt e celebrava l'artista con una mostra monografica di sue sculture. Questa fotografia fu esposta probabilmente in una delle sale, il soggetto non aveva alcuna relazione con le altre opere e rappresentava un "meaningless work”, così la definiva De Maria, ovvero un'azione apparentemente senza senso in cui l'osservatore poteva raggiungere diversi livelli di conoscenza. Walter De Maria utilizzò i questo tipo di operazione in varie occasioni per evidenziare la relazione conflittuale creatasi tra l’artista di Land Art ed il medium fotografico, il cui sviluppo determinò un processo indiscriminato di appropriazione delle opere, cancellandone spesso l'esclusiva dimensione spazio-temporale. La polemica avviata da Walter De Maria contro la fotografia documentale fu dettato dal timore che questo strumento meccanico potesse creare surrogati delle opere perdute e addirittura sostituirsi ad esse. Tiratura non dichiarata
Bibliografia: Cfr: Federica Stevanin, La fotografia, il film e il video nella land art tra documentazione e sperimentazione (Dottorato di ricerca), Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, 2013
Prezzo: N. D.ORDINA / ORDER
TRANSLATION: DE MARIA Walter (Albany, California 1935 - Los Angeles 2013), Ritratto di donna su un yacht seduta accanto a un pesce spada, [Darmstadt], 1974, 34x25, original vintage photograph, taken by the photographer Bob Benson, under instructions by Walter De Maria. Copy with the photographer’s stamp and, pasted on the back side, a small leaflet of the exhibition “Walter De Maria. Der große Erdraum. 8 Skulpturen 44 Zeichnungen”, held in Darmstadt, Hessisches Landesmuseum. Probably this picture was exhibited in the solo exhibition in Darmstadt; the image had no connection at all with the works exhibited and depicted an action apparently meaningless, defined by De Maria "meaningless work” and aimed to bring the observer to reach higer levels of knowledge. This actions reveal the artist’s conflicting attitude toward photography, guilt, in his opinion, to transform the work of art (whose value is to exist in a unique and well defined space-time continuum) to a simple object, “una forma rigida di comunicazione” (“a stiff mean of communication”). De Maria reject photography in the fear that it can, not only create substitutes of the lost work of art, but even become the work itself. Unspecified print run. [Bibliography: Cfr: Federica Stevanin, “La fotografia, il film e il video nella land art tra documentazione e sperimentazione (Doctoral thesis)”, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, 2013]. € 2500

[Bibliography: Cfr: Federica Stevanin, La fotografia, il film e il video nella land art tra documentazione e sperimentazione (Dottorato di ricerca), Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, 2013]