LUCINI Gian Pietro
(Milano 1867 - Breglia 1914)
Revolverate con una Prefazione futurista di F.T. Marinetti
Luogo: Milano
Editore: Edizioni di Poesia
Stampatore: Officina Grafica Bertieri e Vanzetti - Milano
Anno: 1909 [settembre/ottobre]
Legatura: brossura
Dimensioni: 19x14,8 cm.
Pagine: pp. 360
Descrizione: titoli in nero su fondo rosso. Esemplare con invio autografo di F.T. Marinetti. Prima edizione.
Bibliografia: Claudia Salaris, «Bibliografia del Futurismo», Roma, Biblioteca del Vascello, 1988: pag. 43
Prezzo: € 1800ORDINA / ORDER
"Raccolta di liriche pubblicata nel 1909, «Revolverate» è un documento assai singolare del movimento futurista, oltre che dell'opera complessiva dello scrittore: poiché, accentuando nella polemica alcuni motivi nettamente libertari e antiborghesi, esprime in forma paradossale quell'atteggiamento di rivolta che è nello spirito dell'autore del «Gian Pietro da Core». F.T. Marinetti, in una prefazione, che cerca di riassumere la polemica della sua rivista «Poesia», illustra il valore rivoluzionario del libro: tanto più in quanto è dovuto a uno scrittore che per amore di individualità amava considerarsi al di fuori e anche contro le tendenze letterarie del movimento futurista. Il poeta con «revolverate» «giuste e numerate» vuole abbattere le varie carogne sociali, che non credono all'ideale e si danno al vizio, dalla letteratura alla morale alla bassa politica: passa perciò in rassegna i vani tipi retorici e insulsi della società, dal giovin signore, all'eroe di parata, alla cortigiana..." (Carlo Cordié, in: AA.VV., Dizionario letterario Bompiani delle Opere e dei Personaggi di tutti i tempi e di tutte le letterature, Milano, Bompiani, 1959 - 1966; vol. VI pag. 207).