L'ARENGARIO STUDIO BIBLIOGRAFICO
[Paolo e Bruno Tonini]
Qualcosa di / something by Jean Dubuffet
Luogo: Gussago
Editore: L'Arengario Studio Bibliografico, "Arte e Ideologia 10"
Stampatore: prodotto in proprio
Anno: 20 novembre 2021
Legatura: N. D.
Dimensioni: 29,7x21 cm.
Pagine: pp. V - 30 compresa la copertina
Descrizione: copertina illustrata con un ritratto fotografico in bianco e nero di Jean Dubuffet di John Craven (1959). Catalogo illustrato in nero e a colori a cura e con testo introduttivo di Paolo Tonini («L'unica via è la follia / Madness is the only way»), 29 schede ragionate con i prezzi. Edizione digitale.
Bibliografia: N. D.
Prezzo: N. D.ORDINA / ORDER
"Nel primo numero dell’Art Brut, Jean Dubuffet dichiarava che nelle creazioni d’arte fossero indispensabili un «esprit d’insurrection» e un anticonformismo più congeniali ai residenti negli ospedali psichiatrici che non ai membri delle accademie. [...]. Cosa vuol dire essere liberi lo sanno bene i prigionieri, come in questi giorni, mentre il governo italiano si distingue per la disinvoltura con cui pratica il ricatto. Quando si rinuncia al diritto di essere liberi, e sia pure per sopravvivere, ci si sente comunque umiliati e colpevoli. Molti preferiscono non pensarci, altri cercano di resistere, e in questo i cosiddetti malati di mente sono specialisti. Per questo Dubuffet fin dagli esordi ha lavorato cercando di aderire alla loro spontaneità. La libertà non è qualcosa che viene concesso ma quello che ciascuno costruisce giorno dopo giorno, lo spazio della felicità. Nell’orrore dell’internamento coprivano i muri e le carte di segni e parole alla ricerca di un paradiso" (dal testo introduttivo).

DOWNLOAD PDF FILE