BALLA Giacomo
(Torino 1871 - Roma 1858)
Mostra del pittore futurista Balla - Manifesto del colore
Luogo: Roma
Editore: Casa d'Arte Bragaglia Editrice
Stampatore: senza indicazione dello stampatore
Anno: 1918 (ottobre)
Legatura: brossura
Dimensioni: 16x11,8 cm.
Pagine: pp. 16 n.n.
Descrizione: 9 illustrazioni al tratto a sanguigna n.t. Il testo di Balla è il «Manifesto del colore» qui pubblicato per la prima volta. Catalogo originale della mostra (Roma, Casa d'Arte Bragaglia, 4 - 31 ottobre 1918), e prima edizione del manifesto.
Bibliografia: Enrico Falqui, «Bibliografia e iconografia del Futurismo», Firenze, Le Lettere, 1988: pag. 88
Prezzo: € 1800ORDINA / ORDER
"1) Data l'esistenza della fotografia e della cinematografia, la riproduzione pittorica del vero non interessa né può interessare più nessuno. 2) Nel groviglio delle tendenze avanguardiste, siano esse semi-futuriste o futuriste, domina il colore. Deve dominare il colore perché privilegio tipico del genio italiano. 8) La pittura futurista è una pittura a scoppio, una pittura a sorpresa".