MARINETTI Filippo Tommaso
[Filippo Achille Emilio Marinetti] (Alessandria d'Egitto 1876 - Bellagio 1944)
L'immaginazione senza fili e le Parole in Libertà. Manifesto futurista
Luogo: Milano
Editore: Direzione del Movimento Futurista
Stampatore: Cart. Tip. A. Taveggia - S. Margherita
Anno: 11 maggio 1913
Legatura: volantino
Dimensioni: 29x23 cm.
Pagine: pp. 4 n.n.
Descrizione: esemplare con piccola mancanza all'angolo esterno, senza lesione di testo, proveniente dall'archivio di Luigi Freddi, con suo nome annotato a matita in prima pagina. Prima edizione, versione in lingua italiana.
Bibliografia: Paolo Tonini, «I manifesti del Futurismo italiano», Gussago, Edizioni dell’Arengario, 2011: pag. 41, n. 58.1
Prezzo: € 350ORDINA / ORDER
Il manifesto viene pubblicato in volantino con data di redazione 11 maggio 1913 in due versioni: quella italiana, integrale, e quella francese in cui viene espunto il paragrafo finale, in cui è precisato che le parole in libertà richiedono la sensibilità di un declamatore futurista. Successivamente, nella versione integrale, viene pubblicato in italiano su LACERBA, Firenze, Anno I n. 12, 15 giugno 1913. Ne viene anche dato un resoconto in GIL BLAS, Parigi, 7 luglio 1913. Marinetti sviluppò ulteriormente il testo pubblicando un articolo qualche mese dopo: «Dopo il verso libero le parole in libertà», in LACERBA Anno I n. 22, Firenze, 15 novembre 1913. Questo testo fa parte integrante del manifesto, con cui farà corpo nelle edizioni successive.

"Per immaginazione senza fili, io intendo la libertà assoluta delle immagini o analogie, espresse con parole slegate e senza fili conduttori sintattici (...) L'immaginazione senza fili e le parole in libertà c'introdurranno nell'essenza della materia. (...) Invece di umanizzare animale, vegetali, minerali (sistema ormai sorpassato) noi potremo animalizzare, vegetalizzare, mineralizzare, elettrizzare o liquefare lo stile, facendolo vivere in un certo modo della vita stessa della materia".