MAYER Sandro
(Piacenza 1940)
Lettere dei capelloni italiani. A cura di Sandro Mayer
Luogo: Milano
Editore: Longanesi
Stampatore: Tipografia A. Ronda - Milano
Anno: 1968 (settembre)
Legatura: brossura
Dimensioni: 18,4x12 cm.
Pagine: pp. 192 (16)
Descrizione: copertina illustrata con una immagine fotografica a colori. Prima edizione.
Bibliografia: N. D.
Prezzo: € 120ORDINA / ORDER
"Tra il 1966 e il 1967 Sandro Mayer svolse un'inchiesta sui capelloni per conto di un grande rotocalco milanese. Erano gli anni di »Barbonia City», vivace comunità alla periferia di Milano, raccoglieva capelloni provenienti da ogni parte d'Italia e dall'estero. Anche Mayer andò ad abitare a «Barbonia»: non come giornalista curioso ma come «amico» desideroso di comprendere. La verità gli apparve subito diversa da come fino a quel momento l'avevano descritta certi benpensanti: i capelloni non si davano alle orge, non rubavano. Erano giovani molto miti e nemici di ogni violenza.: sicché era impossibile capire le frequenti visite della polizia a «Barbonia City»..." (dal retro di copertina).