PRAMPOLINI Enrico
(Modena 1894 - Roma 1956)
PANNAGGI Ivo
(Macerata 1901 - 1981)
PALADINI Vinicio
(Mosca 1902 - Roma 1971)
L'Art Mécanique. Manifeste futuriste, in: LE FUTURISME Revue Synthétique Illustrée n. 12
Luogo: Roma
Editore: Direction du Mouvement Futuriste
Stampatore: Tip. A. Taveggia - Milano Via Ospedale
Anno: 11 novembre 1926
Legatura: volantino
Dimensioni: 29x23 cm.
Pagine: pp. 4 n.n.
Descrizione: 1 illustrazione fotografica b.n. n.t. (la più grande bandiera italiana, 360 metri di lato, donata a Marinetti in occasione delle Onoranze Nazionali a Marinetti "Animatore d'Italianità" e primo Congresso futurista del 23 novembre 1924). Il manifesto, sottoscritto anonimamente con la dicitura "Les Peintres Futuristes" è redatto da Enrico prampolini, Ivo Pannaggi e Vinicio Paladini. Da notare in ultima pagina l'errore di stampa: l'indirizzo della "Direction du Mouvement Futuriste" è indicata come "Piazza Adriana - Milan" anziché "Piazza Adriana - Roma". Edizione riveduta e definitiva, in volantino.
Bibliografia: Paolo Tonini, «I manifesti del Futurismo italiano», Gussago, Edizioni dell’Arengario, 2011: pag. 90, n. 183.7
Prezzo: € 250ORDINA / ORDER
La data della redazione originale del manifesto è ottobre 1922, epoca della pubblicazione su LACERBA Seconda serie. Il testo allora pubblicato era però quello di Ivo Pannaggi e Vinicio Paladini. Nella nuova versione il manifesto viene riveduto insieme a Enrico Prampolini e pubblicato per la prima volta in rivista in NOI Seconda Serie, n. 2, 21 maggio 1923 e su L'IMPERO Anno I n. 89, Roma 23 giugno 1923. Il testo viene successivamente pubblicato per la prima volta in volantino in versione francese con titolo «L'Art Mécanique. Manifeste Futuriste», in LE FUTURISME Revue Synthétique Illustrée n. 7, Milano, 1 juillet 1923, con data di redazione 11 gennaio 1923. A questa segue la prima edizione in lingua italiana, sulla rivista LA VOCE DEL POPOLO Anno IV n. 33, Genova, 6 agosto 1923. A questa segue la prima edizione italiana in volantino in IL FUTURISMO Rivista Sintetica Illustrata n. 8, Milano, 1 ottobre 1923 (ma agosto 1924) con data di redazione "ottobre 1922". Infine uscirà una edizione riveduta e ampliata, definitiva, senza i nomi degli autori ma con la dicitura «Les peintres futuristes», prima in NOI, Serie II n. 10/11/12, Roma, aprile 1925 e poi in volantino in LE FUTURISME Revue Synthétique Ilustrée, n. 12, Roma, Direction du Mouvement Futuriste, 11 novembre 1926, con data di redazione "11 gennaio 1923".

"L'idéal mécanique net et precis nous attire irrésistiblement. Les engranages purifient nos yeux du brouillard de l'indeterminé. Tout est tranchant, aristocratique, distinct. Nous sentons mécaniquement. Nous nous sentons construits en acier! Soyons donc des machines inspirées! (...) Les belles machines nous ont entourés, en se penchant amoureusement sur nous et nous, sauvages instinctifs, découvreurs de tout mystère, nous nous laissons prendre dans leur ronde frénétique! Amoureux fous des machines, nous les avons possedées virilement, voluptuosement!".