CASAVOLA Franco
(Modugno 1891 - Bari 1955)
La musica futurista (Manifesto futurista), in: IL FUTURISMO Rivista Sintetica Illustrata n. 10
Luogo: Roma
Editore: Direzione del Movimento Futurista
Stampatore: Tip. A. Taveggia - Milano Via Ospedale
Anno: 1924 (11 dicembre)
Legatura: volantino
Dimensioni: 29x23 cm.
Pagine: pp. 4 n.n.
Descrizione: In calce al testo viene indicato il nuovo indirizzo della Direzione del Movimento Futurista, che si sposta da Milano, Corso Venezia a Roma, Piazza Adriana. Prima edizione.
Bibliografia: Paolo Tonini, «I manifesti del Futurismo italiano», Gussago, Edizioni dell’Arengario, 2011: pag. 95, n. 199.1
Prezzo: € 500ORDINA / ORDER
Di questo manifesto non c'è una versione francese. Contiene inoltre altri 3 manifesti di cui uno già pubblicato e due inediti: 1) S.A. Luciani - F. Casavola: «Le sintesi visive della musica» (pubblicato in NOI Seconda Serie, n. 6/7/8/9, giugno 1924. Qui figura come coautore Anton Giulio Bragaglia); 2) F. Casavola: «Le atmosfere cromatiche della musica»; 3) F. Casavola: «Le versioni scenico-plastiche della musica».

"Il jazz-band rappresenta, oggi, l'attuazione pratica, sebbene incompleta, dei nostri principî: la individualità del canto dei suoi strumenti, che riuniscono per la prima volta elementi sonori di differente carattere; la persistenza dei suoi ritmi, decisi e necessari, costituiscono la base della musica futurista. Diamo a ciascuna voce, nel canto, una individualità libera, improvvisatrice: dallo insieme non prevedibile, nei rapporti improvvisi ed inevitabili, avrà vita il nuovo canto, ricco e profondo come l'anima della folla".