SETTIMELLI Emilio
(Firenze 1891 - Lipari 1954)
Inchiesta sulla vita italiana
Luogo: Rocca San Casciano
Editore: Premiato Stabilimento Tipografico Licinio Cappelli
Stampatore: Premiato Stabilimento Tipografico Licinio Cappelli
Anno: 1919 [24 gennaio]
Legatura: brossura
Dimensioni: 22x16,5 cm.
Pagine: pp. 172 (4)
Descrizione: copertina illustrata al tratto di Lucio Venna. Prima edizione.
Bibliografia: Claudia Salaris, «Bibliografia del Futurismo», Roma, Biblioteca del Vascello, 1988: pag. 67
Prezzo: € 400ORDINA / ORDER
Fra i vari testi spicca una critica al programma mussoliniano: «Uno dei vostri postulati non possiamo approvare: la chiusura di tutti i luoghi di divertimento. Sì, perché questa chiusura non è invocata quale necessità di un migliore impiego di energia elettrica, di uomini ecc., ma per un senso di moralità cristiana, uno spirito passatista di purificatrice sofferenza. Ed è specialmente per questo che vi scrivo, caro Mussolini (...) Non veniamo fuori con la retorica sentimentale delle frasi. «E' immorale che ci si diverta mentre si muore!» «E' sacrilego che si vada a teatro quando nello stesso momento la parte più viva della nazione soffre nella trincea!» No! No! Niente ascesi! Niente ipocrisie, niente ingenerosità, niente sacrifici demoralizzanti! La nostra resistenza sia colorata! che tutta la nazione viva senza lutti e gramaglie! Diboschiamo, caviamo fuori denaro a chi - avaro - li nasconde, aiutiamo le classi povere, marciamo verso la democrazia più giusta e più democratica, ma non ci si accanisca contro ogni svago igienico, contro ogni forma di distrazione forza. (...) Togliete - caro Mussolini - al vostro programma fatto a prua questo rimasuglio di passatismo cristiano e dategli una tinta più moderna e più generosamente vitale" (pag. 171).