L'ARENGARIO STUDIO BIBLIOGRAFICO
(Brescia 1980 - in attività)
Gli anni della ricostruzione. L'architettura italiana del dopoguerra 1944-1960
Luogo: Gussago
Editore: Edizioni dell'Arengario, "Documenti d'Architettura e Design 3"
Stampatore: senza indicazione dello stampatore
Anno: 2016 (2 marzo)
Legatura: brossura
Dimensioni: 29,7x21 cm.
Pagine: pp. 56
Descrizione: catalogo interamente illustrato a colori, 142 schede ragionate con i prezzi. Testo introduttivo di Paolo Tonini: «Ricostruire: la grande utopia». Tiratura di 90 esemplari.
Bibliografia: N. D.
Prezzo: € 60ORDINA / ORDER
Estratto del catalogo / Excerpt of the catalog: DOWNLOAD PDF FILE

"Attraverso i libri e i giornali dell’epoca emergono i fatti, i problemi, le idee dei nuovi architetti che volevano rifare non solo le case ma il mondo, e sullo sfondo l’enorme sforzo e i sacrifici compiuti dalla gente comune, senza i quali non sarebbe stato possibile quello che verrà chiamato poi il miracolo economico. Da dove ricominciare quando non hai più niente? Se c’è una cosa che fu comune agli architetti di ogni tendenza, è la preoccupazione che le persone di ogni ceto prendessero coscienza di che sarebbe stata adesso la casa. Che la guerra aveva distrutto palazzi e topaie e ora bisognava ripartire da zero: c’era qualcosa di meraviglioso in questo, che chiedeva partecipazione e capacità di ideare. Una volta avviato, il processo di urbanizzazione avrebbe proceduto senza più fermarsi: occorreva partire bene. La gente doveva rendersi conto che i fiumi di denaro necessari a ricostruire avrebbero preso percorsi diversi da quelli del bene comune, e bisognava per questo farsi sentire..." (Paolo Tonini).