DIACONO Mario
(Roma 1930)
Cross S, Words
Luogo: (Macerata)
Editore: La Nuova Foglio Editrice - Collana di depoetizzazione, "Lapsus 4"
Stampatore: senza indicazione dello stampatore
Anno: 1971 (aprile)
Legatura: legatura editoriale in cartoncino, dorso in tela, sovraccopertina
Dimensioni: 23x16,5 cm.
Pagine: pp. 76 n.n.
Descrizione: copertina illustrata con una immagine fotografica virata in verde e titoli in verde su fondo bianco. Libro d'artista interamente illustrato con disegni, collages, immagini fotografiche,trafiletti di giornale variamente disposti. Prima edizione.
Bibliografia: Liliana De Matteis – Giorgio Maffei, «Libri d’artista in Italia 1960 – 1998», (Torino), Regione Piemonte Assessorato alla Cultura – Direzione ai Beni Culturali, 1998: pag. 130 n. 1011
Prezzo: € 350ORDINA / ORDER
Il libro racconta in forma verbo-visiva l'attentato al papa Paolo VI da parte del pittore Benjamin Mendoza, avvenuto a Manila, il venerdì 27 novembre 1970. Un attentato del tutto incruento dato che il pugnale con sopra incise in lingua spagnola le parole «religione, oppressione, superstizione, merda», era un giocattolo di gomma. Il processo durò quattro mesi durante i quali Mendoza, fra altri atteggiamenti irriverenti - come quello di bruciare una Bibbia all'uscita dell'aula, si presentava in un'uniforme militare americana istoriata da scritte contro Nixon e la guerra nel Vietnam, continuando a dichiararsi «perfettamente sano di mente» e «non colpevole». Il 21 aprile 1971 venne emessa la sentenza: nonostante che il coltello fosse di gomma e non ci fosse stato nessun ferito, Mendoza fu dichiarato colpevole di tentato omicidio e punito con una pena «a tempo indeterminato», con l'obbligo di sottoporsi a «un processo di riabilitazione e rieducazione religiosa». Verrà rilasciato soltanto tre anni e mezzo dopo, il 13 giugno 1974.