L'ARENGARIO STUDIO BIBLIOGRAFICO
(Brescia 1980 - in attività)
NATALINI Adolfo
(Pistoia 1941)
Architettura Radicale. Adolfo Natalini e il Superstudio. Stampati, quaderni e disegni provenienti dall'archivio Natalini. Con una scelta di libri e di riviste
Luogo: Gussago
Editore: Edizioni dell'Arengario
Stampatore: senza indicazione dello stampatore
Anno: 2011 (21 ottobre)
Legatura: brossura, dorso con spirale metallica
Dimensioni: 29,7x21 cm.
Pagine: pp. 92 (4) compresa la copertina
Descrizione: Catalogo interamente illustrato a colori, 76 schede ragionate con i prezzi. Introduzione di Adolfo Natalini, presentazione di Paolo Tonini. Prima edizione.
Bibliografia: N. D.
Prezzo: N. D.ORDINA / ORDER
"Erano giovani, avevano in tasca milioni ma solo di idee, colori, arcobaleni. Si chiamavano Ettore Sottsass, Superstudio, Archizoom, 9999, UFO, Pettena, La Pietra, Dalisi, Mendini, Gaetano Pesce, Strum... Erano architetti e designers ma delle case e dei casalinghi non importava loro nulla, "il più grande progetto", dicevano, "è progettarsi una vita intera sotto il segno della ragione". L'architettura radicale è stata una breve folgorante stagione fra gli anni Sessanta e Settanta in cui per un momento è sembrato possibile costruire rapporti nuovi e significativi col mondo, la natura, gli altri. Non hanno costruito case o molto poche, ma hanno prodotto libri, manifesti, volantini, le tracce visibili dei loro pensieri. Abbiamo cercato e raccolto questi documenti, abbiamo incontrato uno di loro, Adolfo Natalini del Superstudio, gli abbiamo portato via l'archivio con i bloc-notes che lui e i suoi amici riempivano di schizzi, disegni, scritte: il laboratorio dove si formavano le loro idee. Ne è venuto fuori questo catalogo che mescola immagini e soldi, che mette insieme momenti felici e conserva la memoria di «un grande futuro che ci siamo lasciati dietro le spalle»" (dalla Presentazione).

ESAURITO

DOWNLOAD PDF FILE