L'ARENGARIO STUDIO BIBLIOGRAFICO
[Paolo e Bruno Tonini]
Aktionsraum 1. Una fabbrica di azioni. Protocolli volantini e manifesti
Luogo: Gussago
Editore: Edizioni dell'Arengario
Stampatore: stampato e riprodotto in proprio
Anno: 2012 (15 gennaio)
Legatura: brossura a un punto metallico
Dimensioni: 29,7x21 cm.
Pagine: pp. (2) 43 (3)
Descrizione: copertina illustrata con composizione grafica dei titoli in nero e rosso su fondo bianco. Impaginazione, design e testo introduttivo di Paolo Tonini («Una fabbrica di azioni» con traduzione inglese a fronte). Catalogo illustrato a colori, 194 schede ragionate. Tiratura di 30 esemplari in stampa digitale confezionati a mano.
Bibliografia: N. D.
Prezzo: N. D.ORDINA / ORDER
"Gli artisti venivano chiamati, c'erano lettere e questionari, c'erano progetti. Quando arrivavano non esponevano delle cose, ne facevano. Per esempio arrivava Giuseppe Penone con l'idea di ringiovanire una trave: ricondurla allo stato originario di albero. E si metteva subito al lavoro ma la condizione era la presenza di due belle ragazze per fargli compagnia e la possibilità di bere dell'ottimo Bourbon. Paul e Limpe Fuchs volevano far ascoltare il suono dell'anima - o l'anima del suono, Ha Schult faceva un giro di 20.000 Km., Günter Brus esponeva il proprio corpo ferito oltraggiato, Hermann Nitsch concepiva il sacrificio come una grande partitura nell'abbondanza delle carni e del sangue, poi la polizia interveniva pesantemente fermando la sua azione e arrestando un po' di gente. Invece Salvo Mangione con le sue immagini sante veniva bloccato alla frontiera perché aveva in tasca otto grammi di marijuana" (dall'Introduzione).

ESAURITO

DOWNLOAD PDF FILE