AA.VV.
Matteo - Valerio - Luciano. Comix
Luogo: (Roma)
Editore: Fallo! Edizioni
Stampatore: E.L. Casalotti
Anno: s.d. [1973]
Legatura: brossura
Dimensioni: 24x16,8 cm.
Pagine: pp. 64 n.n.
Descrizione: copertina illustrata con un disegno in nero su fondo bianco di Matteo Guarnaccia. Opuscolo interamente illustrato a fumetti da Matteo Guarnaccia, "Valerio" e "Luciano". Prima edizione.
Bibliografia: N. D.
Prezzo: € 150ORDINA / ORDER
"Ed ecco a voi (dopo anni di attesa, e di cose che giravano su foglietti e giornaletti) gli strip Underground Italiani! Li tiriamo fuori con gioia, metre recuperatori, politici e commercianti becchini credono di averci fatto finire alla Standa, di avere fatto anche di noi merce e mercato. Matteo è da anni il commentatore di quella che fu Brera a Milano, ora un cimitero di antiche illusioni. Anche lui, come molti, se ne andò poi, in campagna, a fare una piccolissima tribù. La storia di una comune, che c'è qui dentro, e si chiama «Minestrone Again», è un sillabario delle gioie, e paranoie, del nostro viver comunitario. E poi Luciano, cantore della paranoia urbana, , e Valerio, viaggiatore semiserio, con i personaggi del viaggio a Istanbul. Tutto qui dentro" (dal retro di copertina).

Opuscolo distribuito da «La Nuova Sinistra - Edizioni Savelli».

"In quella che è (al momento) l’unica antologia underground italiana troviamo raccolti i primi fumetti di Matteo Guarnaccia, insieme a quelli di Luciano Pradella e ad alcune vignette e illustrazioni di Valerio Diotto. Storie di comuni agricole, fiabe strampalate, filastrocche urbane e racconti di viaggi: sono questi i contenuti dell’albo, edito dal lungimirante Angelo Quattrocchi col marchio «Fallo!» e distribuito nel circuito librario da La Nuova Sinistra/Savelli. Fa parte di una collana di albi di cui fanno parte l’antologia Comix di Robert Crumb e Paranoia, la sola pubblicazione italiana dei lavori di S. Clay Wilson, altro esponente di punta dell’underground a stelle e strisce". (Michele Mordente, «Le riviste italiane di fumetto underground anni Settanta (parte 1)» FUMETTOLOGICA, 13 luglio 2015).